giovedì 17 ottobre 2019

GENKI di Nicolas CHAUVAT Le 10 regole d'oro giapponesi per vivere in armonia

GENKI Le 10 regole d'oro giapponesi per vivere in armonia di Nicolas CHAUVAT (Il Punto d'Incontro Edizioni www.edizionilpuntodincontro.it) è un libro piccolo e tascabile ma dentro racchiude gran parte della saggezza millenaria giapponese, da sempre fonte di notevole ispirazione per numerosi monaci zen, artisti famosi e personaggi importanti della storia che hanno compreso che "riuscire nella vita" significa semplicemente realizzare se stessi.
Vuoi avere più fiducia in te stesso, sviluppare energia creativa, coltivare la gioia di vivere, non arrenderti più davanti alle prime difficoltà? O vuoi trovare l'equilibrio e la felicità? Non perdere il libro Genki di Nicolas Chauvat!
Genki, arigatou, jiyu, mitate, shiken, gambaru, kawakiri, muda, baka, omotenashi: piccole parole che racchiudono un grande significato e che possono diventare le tue 10 regole d'oro quotidiane!

Assimilando e mettendo in pratica i messaggi che i termini giapponesi di Genki ti trasmettono impari a dare un nuovo, più profondo senso alla tua vita superando qualunque sfida si presenti con il sorriso sulle labbra e la consapevolezza di vivere un progresso spirituale e materiale.
Genki: preservare l'energia e gestire lo stress. Arigato: imparare a essere riconoscenti. Jiyu: capire cos'è la vera libertà. Mitate: visualizzare, meditare.
Shiken: dare sempre il meglio di sé. Gambaru: mantenere la concentrazione. Kawakiri: perseverare nonostante le difficoltà.

Muda
: andare all'essenziale. Baka: non lasciarsi influenzare. Omotenashi: dare con il cuore.
Facili da ricordare e associate ad azioni concrete, le 10 regole di Genki aumentano rapidamente la tua capacità di far fronte ai cambiamenti della vita rimanendo in armonia con te stesso e con gli altri.
Leggi anche la recensione di un altro libro dello stesso autore:

30 INSEGNAMENTI ZEN DEI MAESTRI DEL TE' di Nicolas Chauvat Per cambiare la tua percezione del mondo



Laureato in scienze politiche, Nicolas Chauvat ha prestato servizio presso l'Ambasciata di Francia in Giappone.
Con un'ottima conoscenza del cinese e del giapponese, appassionato studioso di confucianesimo, taoismo e buddhismo, si divide tra la Francia e l'Asia ed è particolarmente interessato alla ricchezza di scambi materiali e spirituali che hanno avuto luogo lungo la Via della Seta.
Ha pubblicato anche 30 insegnamenti ZEN dei maestri del tè.

"Questo libro elenca le 10 parole giapponesi i cui insegnamenti possono diventare "regole d'oro" per tutti affinché possiate ritrovare l'armonia e la motivazione necessaria per comprendere la propria essenza.
Mi auguro con tutto il cuore che queste parole possano essere una fonte costante di ispirazioni per comprendere ciò che volete diventare e quindi essere concretamente." Nicolas Chauvat

Leggi un estratto da GENKI Le 10 regole d'oro giapponesi per vivere in armonia di Nicolas CHAUVAT:

LA VIA GIAPPONESE PER VIVERE IN ARMONIA: scopri l'arte di restare in forma preservando la propria energia

La capacità di rimanere in armonia con il mondo esterno e con il nostro mondo interiore è fondamentale per condurre una vita che ci arricchisca.
Non si tratta di sforzarsi di diventare ottimisti bensì di imparare a percepire l'ordine dietro il caos, le opportunità dietro le sfide.
La felicità non dipende soltanto da ciò che ci accade, si basa soprattutto sul nostro modo di reagire di fronte a questi eventi.
L'atteggiamento che teniamo giorno per giorno determina il nostro destino. Lacan sosteneva che l'inconscio è strutturato come una lingua.
Imparare una lingua straniera ci mostra un altro modo di essere al mondo. Talvolta bastano poche parole per cambiare la nostra visione delle cose.

In Giappone l’espressione genki è utilizzata per chiedere a qualcuno come sta. Gen (元) significa fonte, origine, e ki (気) energia vitale. Essere genki vuol quindi dire che stiamo bene perché il nostro ki è al suo livello naturale.
Ciò implica che quando una persona non sta bene il ki è troppo disperso. Di conseguenza se questa persona vuole stare meglio deve trovare la causa di tale dispersione per ristabilire il dinamismo. Il ki è ciò che collega corpo e mente: è di natura materiale e psichica al tempo stesso.
Per essere genki occorre quindi prestare attenzione a cosa si fa ma anche a cosa si pensa.

Gran parte della nostra stanchezza è di origine nervosa. I nostri problemi di salute sono spesso legati a forme di stress cronico. Il modo migliore di trasmettere un'emozione è innanzitutto avvertirla in sé con forza.
Solo chi è sinceramente riconoscente per quanto riceve continuerà a ricevere dagli altri. Buddha durante un dialogo con Ananda (uno dei suoi discepoli) spiega con una parabola molto peculiare che la vita umana è particolarmente difficile da vivere se non si riconosce la gratitudine in tutte le sue forme.
L'individuo che considera la vita come qualcosa di dovuto spesso ha la tendenza a commiserare la propria condizione ed è eternamente insoddisfatto.

Solo colui che prende coscienza della fragilità e della rarità dell'esistenza potrà trarne vantaggio fino in fondo. Per apprezzare la vita bisogna essere umili e praticare la gratitudine nella quotidianità, bisogna vivere con "animo nobile": questo determina la qualità della nostra esistenza.
Chi ama il mondo materiale si condanna a vivere nella frustrazione mentre chi sa apprezzare le "creazioni poetiche" della mente avrà più possibilità di vivere una vita realizzata e più concretamente valida.
Il successo non dipende interamente dalla portata delle nostre capacità bensì soprattutto dalla facoltà di utilizzarle appieno.

"Il buonsenso è la cosa meglio condivisa al mondo" affermava Cartesio, occorre quindi avere il coraggio di usarlo al meglio. Se vuoi che qualcosa cambi nella tua vita, devi modificare non solo il tuo ambiente materiale ma anche quello virtuale, che spesso condiziona la vita rendendola distorta e complicata.
Omotenashi è l'arte di avere accesso alla felicità facendo piacere agli altri. Il saggista e filosofo francese Vincent Cespedes disse:
"La vera felicità si coniuga con il verbo rendere. Rendere felici."

GENKI (essere in forma) significa: imparare a proteggersi dalla negatività. ARIGATO (grazie) significa: coltivare la propria gratitudine.
JIYU (libertà) significa: smettere di volere ciò che vogliono gli altri per ricercare quello cui aspiriamo davvero.
La filosofia non deve limitarsi a speculazioni astratte, deve consentirci di AGIRE, CAMBIARE ciò che va cambiato e preservare ciò che va preservato.

Alcune delle mie citazioni preferite da GENKI Le 10 regole d'oro giapponesi per vivere in armonia di Nicolas CHAUVAT:

"Per la nostra salute è preferibile mettersi alla ricerca del senso piuttosto che tentare di evitare il disagio."
Kelly McGonigal, autrice dei bestseller La forza di volontà e Il lato positivo dello stress
"Senza meditazione siamo ciechi in un mondo di grande bellezza, pieno di luci e di colori."
Jiddu Krishnamurti, autore di Il libro della vita e Il volo dell'aquila



Un caro saluto. Raffaele Ciruolo


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

2 commenti:

  1. Molto interessante queste regole d'oro, che migliorano la salute, i giapponesi infatti metaforicamente affermano che la vita è l'insieme delle 4 stagioni e "Quando l' inverno si trasforma in primavera" significa che abbiamo esercitato queste regole d'oro nella nostra vita.






    RispondiElimina
  2. Wow! this is Amazing! Do you know your hidden name meaning ? Click here to find your hidden name meaning

    RispondiElimina

Articoli correlati